Torneo Senior Softball 2003 - Bologna

REGOLAMENTO

Art. 1 – TORNEO

Secondo quanto disposto in materia dai Regolamenti Amatori della FIBS, è organizzato un torneo di softball amatoriale misto, a carattere interregionale, ad iscrizione, denominato “Campionato Provinciale Softball Amatoriale 2003”.

Art. 2 – FORMULA

Il Torneo sarà disputato in due fasi:

La prima sarà giocata con la formula del girone all’italiana, con partite di sola andata. La seconda fase sarà articolata come segue:

a) le prime sei squadre classificate verranno suddivise in due gironi con i seguenti criteri : 1°-3°-5° classificata e 2°-4°-6° classificata. I gironi si  giocheranno con partite di sola andata all’italiana. Le squadre vincenti dei due gironi si disputeranno il 1° e 2° posto al meglio delle tre partite; le due seconde classificate si disputeranno il 3° e 4° posto e le ultime classificate il 5° e 6° posto.

b) le squadre classificate dal 7° al 11° posto disputeranno un torneo tra loro con formula  all’italiana di sola andata. La classifica finale del girone determinerà le posizioni dal 7° al 11° posto. Ai fini delle classifiche, gli eventuali casi di parità saranno definiti facendo riferimento, nell’ordine, a: risultati scontri diretti nel girone in svolgimento, minor numero di punti subiti nel girone in svolgimento, maggior numero di punti segnati nel girone in svolgimento, sorteggio.

Art. 3 – REGOLE FIBS

Ai sensi delle vigenti norme FIBS in materia:

1) I gruppi partecipanti dovranno essere regolarmente affiliati o aderenti alla FIBS;

2)  I gruppi partecipanti dovranno perfezionare la loro iscrizione facendo pervenire al Comitato Organizzatore di Bologna, entro il 28/2/03, la domanda sull’apposito modulo.

Art. 4 – SQUADRE

Al Torneo potranno iscriversi squadre maschili, femminili e miste, formate da giocatori che abbiano compiuto i 18 anni alla data della disputa dell’incontro.

Al fine di tutelare i Presidenti delle Società in ordine ad eventuali incidenti fisici che dovessero accadere durante le partite, è obbligatorio far effettuare ad ogni giocatore una visita d’idoneità all’attività non agonistica (certificato di sana e robusta costituzione).

Tale certificato dovrà essere presentato all’atto del ritiro del cartellino, che non sarà consegnato in mancanza di esso. Di conseguenza, il giocatore non potrà disputare le partite finché non avrà regolato la propria posizione.Della situazione è garante il Presidente della Società.

Art. 5 – GIOCATORI

Ogni giocatore dovrà essere tesserato nella categoria “amatoriale” FIBS per l’anno solare in cui si svolge il Torneo.

Non sarà permesso far giocare atleti che militano in campionati Agonistici della F.I.B.S.

Ogni giocatore dovrà esibire all’arbitro un documento di riconoscimento al momento dell’appello prima delle partite.

Un giocatore che è sceso in campo per una delle squadre, non potrà disputare incontri del Torneo con altre partecipanti.

Art. 6 – GIOCATORI STRANIERI

Nel ruolo di lanciatore sono ammessi solo giocatori stranieri che hanno la residenza in Italia.

Art. 7 – POSIZIONE IRREGOLARE DI GIO-CATORI

L’impiego di un giocatore non in regola con quanto previsto ai precedenti articoli comporta, per la squadra che ha commesso l’infrazione, la perdita della gara per 6-0.

Ogni infrazione sarà giudicata dal Comitato Organizzatore solo su motivato reclamo scritto presentato dalla squadra avversaria. L’infrazione sarà giudicata avvenuta dopo un lancio regolamentare.

 

Art. 8 – REGOLE DI GIOCO

  Tutte le partite si giocheranno secondo le regole del R.T.G. Softball della FIBS-ESF, salvo le eccezioni riportate nel presente regolamento.

Si ricorda che.

a)      Le basi saranno poste a mt. 18,30;

b)      Il lancio dovrà essere effettuato “da sotto” con pedana a mt. 14 da casa base.

c)      La fornitura delle palle da gioco sarà a carico della squadra prima citata nel calendario, “home team”, che dovrà disporre di un numero di  palle nuove della stessa marca, omologate FIBS, necessarie per porre fine alla partita. Non è consentito l’utilizzo di palle diverse da quelle messe a disposizione. Prima dell’inizio della partita il manager della squadra in casa dovrà fornire una palla alla squadra ospitata ed una all’arbitro.

Al termine di ogni attacco, la pallina dovrà essere o consegnata all’arbitro o lasciata nel cerchio del lanciatore.Sarà cura dell’arbitro la consegna della palla al lanciatore.

La squadra che non avrà ottemperato a quanto sopra, perderà l’incontro per 6-0.

d)      Ogni giocatore partente può essere sostituito e rientrare una volta sola in partita, purché torni ad occupare la stessa posizione che aveva nell’ordine di battuta.

Ogni infrazione sarà regolata dalla sezione 7 della Regola 4 del R.T. del Softball della FIBS.

e)      La rubata è consentita solo quando la palla esce dalla mano del lanciatore e non prima. Quando il lanciatore rientra in possesso della palla ed è dentro al cerchio dei due metri, il corridore deve andare decisamente e senza fare finte, verso la base successiva o tornare sulla base precedente. In caso contrario il corridore è eliminato. (Questo punto è da riferirsi all’articolo del R.T.G. che farà testo).

f)       Il giocatore è tenuto ad indossare il caschetto protettivo durante tutta la sua presenza in gioco (sia come battitore che come corridore). Un giocatore che incidentalmente perda il caschetto sarà invitato a indossarlo nuovamente. In caso di rifiuto il giocatore sarà automaticamente eliminato.

g)      In questo torneo è CONSENTITO l’uso del Battitore Designato (DH)

·         Un Battitore Designato per UN DIFENSORE QUALSIASI deve essere indicato prima dell’inizio della partita e deve essere incluso nell’ordine di battuta presentato all’arbitro capo.

·         Non è obbligatorio per una squadra designare un DH ma la mancata indicazione prima dell’inizio della partita preclude la possibilità di usare il Battitore Designato per quella partita. E’ possibile usare un sostituto battitore per il Battitore Designato. Il sostituto del Battitore Designato diventa il Battitore Designato. Un Battitore Designato che sia stato sostituito non può rientrare in gioco.

·         Il Battitore Designato può essere utilizzato in posizione difensiva continuando a battere nello stesso ordine di battuta ; il DIFENSORE CHE ERA SOSTITUITO DAL DH NELL’ ORDINE DI BATTUTA o  prende il posto di un battitore, che viene rimpiazzato, oppure viene rimosso dalla gara. Sarà compito del Manager comunicare il tipo di cambio effettuato alla squadra avversaria.

·         Se un Battitore Designato assume una posizione difensiva questo spostamento farà cessare il suo ruolo di Battitore Designato per il resto della partita

Art. 9 – LANCIATORE

Il lanciatore nel corso di una gara potrà lanciare per un numero libero di innings, compreso eventuali extrainnings. Si considera il lancio legale se :

a) Il lanciatore non dovrà fare alcun movimento senza rilasciare immediatamente la palla al battitore.
b) Il lanciatore non dovrà fare un movimento di lancio in cui, dopo aver tenuto la palla in entrambe le mani nella posizione di lancio, egli toglie una mano dalla palla, fa un movimento di distacco e ritorna a tenere la palla in entrambe le mani di fronte al suo corpo.
c) Il lanciatore non dovrà usare un caricamento in cui ci sia un arresto o un'inversione del movimento di lancio.
d) Il lanciatore non deve fare due rotazioni del suo braccio nel caricamento a mulinello. Comunque egli potrà compiere un mezzo giro all'indietro prima di iniziare il movimento a mulinello. Questo permette al braccio di passare l'anca per due volte.
e) Il rilascio deve essere effettuato con un movimento di sottomano, con la mano vicino all'anca e con il polso non più lontano dal corpo del gomito.
f) Il rilascio della palla e il conseguente movimento della mano e del polso deve essere  in avanti ed oltre la linea del corpo.
g) Entrambi i piedi devono rimanere a contatto della pedana prima che inizi il passo.
h) Nell'atto del rilascio, il lanciatore dovrà fare un passo simultaneamente al rilascio della palla. Il passo deve essere in avanti, verso il battitore e compreso nei 61 cm. (24 inch) di larghezza della pedana del lanciatore.
NOTA: Se il lanciatore fa strisciare il piede attraverso la pedana, purché mantenga il contatto con la stessa, tale movimento non è considerato un passo. Alzare il piede di perno dalla pedana di lancio e riportarlo sulla stessa crea un movimento oscillante e costituisce un atto illegale.
i) Il piede di perno può rimanere a contatto con, o può partire e strisciare via dalla pedana di lancio, prima che il piede di passo tocchi il terreno, purché il piede di perno rimanga a contatto con il terreno.
j) Partire con il piede di perno da un punto che non sia la pedana di lancio, prima che il piede di passo abbia lasciato la pedana, è considerato un saltello (salto del corvo) ed è illegale.
k) Il lanciatore non deve continuare il suo movimento di rotazione dopo aver rilasciato la palla.
l) Il lanciatore non dovrà deliberatamente lasciar cadere, far rotolare o rimbalzare la palla con lo scopo di impedire al battitore di batterla.
m) Il lanciatore ha 20 secondi per rilasciare il lancio successivo dopo aver ricevuto la palla, o dopo la chiamata di gioco da parte dell'arbitro.
EFFETTO: Un ball viene accreditato al battitore.

(RGT. Softball Regola 6 – Comma 3)

Art. 10 – DISPOSIZIONI PARTICOLARI SUGLI INCONTRI

La durata delle partite sarà di sei innings, senza limiti di tempo. In caso di parità alla fine del 6° innings, si applicherà la regola del tie-break: la squadra in attacco comincerà il turno alla battuta mettendo in 2/a base il giocatore al nono posto dell’ordine di battuta in quella rispettiva mezza ripresa.

Nelle prime 5 riprese di gioco, indipendentemente dal numero degli eliminati, l’arbitro dovrà porre termine alla fase d’attacco della squadra che avrà segnato 4 punti nella stessa ripresa. Questa regola non sarà applicata negli innings dal 6° compreso in avanti.

Il campo sarà a disposizione della squadra ospite dalle 20,30 alle 20,45 e della squadra di casa dalle 20,45 alle 21.

Le partite dovranno iniziare tassativamente alle ore 21 esatte.

Art. 11 – NUMERO LEGALE

Una squadra potrà iniziare o continuare le gare purchè possa schierare in campo almeno 8 giocatori. In ogni caso l’ordine di battuta dovrà però prevedere 9 turni e la posizione non coperta (che, nel caso di 8 giocatori ad inizio partita, il manager potrà collocare in qualsiasi punto dell’ordine di battuta) sarà automaticamente conteggiata come eliminazione al momento del relativo turno alla battuta.

Se alle ore 21 esatte una squadra non potrà schierare almeno 8 giocatori, perderà la partita. Un giocatore ritardatario potrà, a partita in corso, occupare in qualsiasi momento il posto lasciato libero.

Art. 12 – RECUPERI

Eventuali recuperi dovranno obbligatoriamente essere effettuati nelle giornate ed orari stabiliti dal C.O..

Art. 13 – ATTREZZATURE E DIVISE

Ogni squadra dovrà provvedere alla propria dotazione di materiale da gioco e protettivo secondo le vigenti norme FIBS.

E’ vietato l’uso di scarpe con “spikes” in metallo e comunque con tacchetti non in gomma o plastica. Un giocatore con scarpe dotato di spikes in metallo dovrà essere invitato a sostituirle. PRIMA DI OGNI PARTITA VERRA’ RICORDATO DALL’ ARBITRO CAPO AD OGNI ALLENATORE CHE LA  PRESENZA IN CAMPO DI UN GIOCATORE CON GLI SPIKES PROVOCHERA’ L’ AUTOMATICA SCONFITTA DELLA SQUADRA PER 6-0. Tutte le squadre dovranno scendere in campo obbligatoriamente con divisa completa di pantaloni lunghi e casacche di colore uguale, con numeri ben visibili e tali da permettere una facile identificazione dei giocatori da parte degli arbitri, che prima dell’inizio dell’incontro dovranno verificare l’identità degli atleti.

Le mazze dovranno essere esclusivamente da softball ed omologate FIBS. Nel caso di uso di altre mazze, la squadra in difetto, su reclamo presentato dagli avversari, perderà l’incontro 6-0.

Art. 14 – RINUNCE

In caso di recuperi questi dovranno essere giocati entro il termine di due settimane dalle squadre interessate fermo restando che le altre squadre proseguiranno il normale calendario.

Se entro il termine previsto ovvero in caso di convocazione per il recupero una squadra non si presenta essa dovrà pagare le spese per il campo e per l’arbitro ; tali spese andranno in una cassa comune.

La suddetta squadra perderà la partita 6-0 a tavolino e sarà penalizzata di 1 punto in classifica.

Art. 15 – ARBITRAGGI

Gli arbitri saranno forniti dal Comitato Organizzatore. Nel caso tuttavia che all’orario di inizio della partita non fosse presente l’arbitro, la gara dovrà comunque essere giocata ed arbitrata da due arbitri messi a disposizione dalle due squadre, sorteggiando l’arbitro a casa base, oppure dai due ricevitori. Alla squadra di casa a fine Torneo sarà rimborsata la relativa quota di spesa.

Art. 16 – GIUDICE UNICO

Il Giudice Unico del Torneo sarà designato dal Comitato Organizzatore ed avrà competenza sull’omologazione degli incontri e sull’adozione di eventuali provvedimenti disciplinari.

I reclami su eventuali inadempienze al presente Regolamento dovranno essere presentati per iscritto al Giudice Unico entro le ore 17 del giorno successivo a quello della disputa della partita a cui si riferiscono, accompagnati dalla tassa fissa di 50 €.

Le decisioni del G.U. , per espressa convenzione fra le società partecipanti saranno inappellabili. 

Art. 17 – RIMANDO

Per quanto non contemplato dal presente Regolamento, varranno le norme del R.T.G. Softball FIBS, le norme generali e particolari riportate nei Regolamenti FIBS e nella CAAF dell’anno solare del Torneo, facendo, in caso di discordanze, riferimento per analogia all’ultima serie della categoria seniores softball.

 

 

Si ringrazia il Sito del Sasso Marconi B.S.C.- Fast Pitch Team da cui abbiamo tratto questo documento
ed anche il Regolamento Ufficiale Softball in formato pdf.


Drillers Home Page Risultati Playoff Classifica Siksika.it